SERVETTIMPRESA

Project

Edificio residenziale Orbassano

Il progetto

L’intervento ha per oggetto un edificio residenziale composto da 41 unità abitative, elevato in parte a quattro ed in parte a tre piani fuori terra, oltre piano interrato e piano sottotetto, ed è parte di un Piano Esecutivo Convenzionato di libera iniziativa per la Città di Orbassano. La trasformazione urbanistica dell’area è volta a riqualificare l’ambito urbano esistente cercando di migliorarne la qualità ambientale con nuove aree per servizi pubblici, nuovi assi viari di collegamento, importanti aree verdi ed a parcheggio. L’area, posta a lato di strada Piossasco, è caratterizzata da un contesto residenziale di diversa forma e tipologia elevata a due o tre piani fuori terra e da terreni ancora ad uso agricolo.

Approfondimento
L’intento del progetto è quello di creare una forte fusione fra l’area verde ancora così presente nel contesto limitrofo e la necessità di un’architettura residenziale caratterizzante che si è concretizzata con la realizzazione di una tipologia a corte, tipica dell’edilizia rurale ancora presente nelle aree circostanti. Dall’ingresso pedonale principale il verde entra e si trasforma in un giardino geometrico e tematico che caratterizza il centro della corte. La scelta tipologica a corte aperta ha portato alla realizzazione di una distribuzione orizzontale interna, posta a delimitazione del giardino centrale, dalla quale si accede ai quattro corpi scala da cui avviene la distribuzione verticale. Ad ogni piano per ciascun vano scala si accede a tre unità abitative. Il piano interrato è adibito ad autorimesse private a cui si accede da un ingresso carraio posto su via Sacco e Vanzetti. Il piano sottotetto è stato realizzato in parte con unità abitative ed in parte con locali non abitabili accessori alle abitazioni sottostanti.

Le scelte progettuali, per quanto riguarda i materiali e le tecnologie costruttive, sono ispirate a principi di bioarchitettura, al risparmio energetico, al benessere ambientale, alla sicurezza ed alla vivibilità degli spazi esterni di relazione. Si è ricorso all’uso del blocco in laterizio alveolare in argilla naturale biocompatibile ad elevata inerzia termica per le murature esterne di tamponamento al fine di garantire un elevato isolamento termico ed acustico. La copertura, così come anche tutta la struttura dell’ingresso principale, è in legno lamellare e l’isolamento del tetto è in fibra di legno naturale.

L’attenzione al controllo energetico ed al contenimento dei consumi e delle emissioni ha portato alla scelta di installare serramenti esterni in legno e alluminio ad elevate prestazioni, un impianto di riscaldamento a pavimento con caldaie a condensazione integrato con un impianto a pannelli solari, un impianto con pannelli fotovoltaici per l’illuminazione di tutte le aree comuni. L’acqua piovana viene convogliata e raccolta in una apposita cisterna per l’irrigazione di tutte le aree verdi condominiali. Un attento lavoro progettuale e una curata realizzazione ha portato a certificare dal punto di vista energetico, secondo la normativa vigente, gran parte delle unità abitative in classe “B” e anche dal punto di vista dell’isolamento acustico l’edificio soddisfa ampiamente i requisiti normativi richiesti.

L’involucro di parte delle murature esterne è stato realizzato con pareti ventilate in lega di zinco titanio pressopiegato a doghe orizzontali. Nello stesso materiale e tipologia sono state realizzate le strutture frangisole che diventano un elemento caratterizzante dell’edificio sia dal punto di vista funzionale sia dal punto di vista formale. L’uso dei materiali e la composizione dei fronti creano un effetto dinamico chiaroscurale sulle facciate in continua trasformazione in quanto i pannelli mobili dei frangisole possono essere movimentati a secondo delle esigenze dai vari fruitori di ogni singola unità abitativa. Particolare attenzione e cura è stata rivolta alla realizzazione di tutti i particolari costruttivi e la elevata qualità dei materiali utilizzati ha portato alla realizzazione di un edificio che non subirà di certo un veloce deperimento, così come si nota in tanta edilizia residenziale anche di spicco. Il tema della manutenzione futura di tutto il complesso immobiliare è stato oggetto di una attenta ricerca ed ogni scelta di utilizzo dei materiali è stata studiata con l’intento di evitare il più possibile anche i più normali interventi manutentivi.

Questa filosofia e metodologia costruttiva si è potuta concretizzare soprattutto grazie alla volontà della società costruttrice e delle sue maestranze ed è stata perseguita come principio base dell’intero intervento.

Premio Architetture Rivelate
Premio-targa per la qualità di progetto e di realizzazione
Motivazione: Il tema del condominio è risolto con particolare attenzione agli spazi relazionali, sia dal punto di vista distributivo che di scelta dei materiali. La linearità dei prospetti è arricchita dall’uso di esili elementi lignei che conferiscono al complesso una riconoscibilità inusuale.
premio architetture rivelate   logo ordine architetti torino
Guarda il progetto sul sito dell’Ordine degli Architetti di Torino
Localizzazione